Cresce la protesta dei lavoratori della GST Macomer

Nuoro -

Cresce la protesta dei lavoratori della GST di Macomer, la società mista comunale che a Macomer gestisce la raccolta dei rifiuti e altri importanti servizi.

 

Cresce la forza dell’Unione Sindacale di Base al suo interno, che con l’iscrizione di più della metà dei lavoratori, diventa il primo sindacato in azienda!

 

L’azienda, della quale è maggiore azionista il Comune di Macomer, non naviga in buone acque, la pessima gestione finanziaria da parte degli attuali Amministratori e il controllo evidentemente superficiale dei bilanci sta portando la stessa sull’orlo del fallimento. A pagarne le conseguenze sarebbero i lavoratori e i cittadini!

 

L’USB chiede conto del destino lavorativo dei lavoratori e della GST, la quale andrebbe riorganizzata senza arrivare alla totale esternalizzazione del servizio con contestuale cessione al privato di tutta la quota pubblica, ma soprattutto l’USB chiede conto dell’attuale situazione interna che vede i lavoratori contrapposti all’azienda.

 

Abbiamo chiamato lo stato di agitazione e, formalmente, chiesto la convocazione di un incontro davanti al Prefetto per affrontare una serie di problemi e rivendicazioni sistematicamente eluse da parte dei vertici della GST.

 

Dalle segnalazioni dei lavoratori emergerebbero diverse irregolarità e vessazioni continue, sintomo di un crescente malessere interno. Smansionamento del personale, ore di lavoro non retribuite, RLS (Rappresentante dei Lavoratori per la Sicurezza) latitante, automezzi senza assicurazione, dispositivi di sicurezza in dotazione agli automezzi assenti e rapportino giornaliero automezzi che non è messo a disposizione dei dipendenti (il quale si rende necessario per rispondere alle contestazioni pretestuosamente avanzate da parte dell'azienda nei confronti degli autisti. Inoltre, a questa errata e mancata applicazione del CCNL di settore “Fise Ambiente” si aggiunge un atteggiamento ai limiti dell’ingiuria e della minaccia.

 

Stante il peggioramento di questa situazione e le continue segnalazioni fatte dai suoi iscritti, l’USB ha chiesto formale incontro con  i responsabili della GST, ricevendo  una risposta negativa, recante affermazioni prive di fondamento e accuse insulse a questa O.S. e dai suoi iscritti.

 

Nei giorni scorsi abbiamo investito della cosa il prefetto, affinchè urgentemente convochi le parti per l’attivazione prevista dalla normativa delle procedure di raffreddamento e conciliazione. Nel caso l’azienda eluda anche questa richiesta, l’USB tradurrà lo stato di agitazione in sciopero.

 

L’USB, pure, stigmatizza l’atteggiamento del Sindaco e dell’Assessore all’Ambiente del comune di Macomer, i quali anche quando a conoscenza dello stato dei rapporti interni all’azienda, in passato hanno mostrato indifferenza se non fastidio per il richiamo al rispetto dei lavoratori e del contratto collettivo nazionale.

 

Unione Sindacale di Base, Federazione di Nuoro

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni