TRA LE ROVINE DELL'ANTICA COTILIA PER DIFENDERE LA NATURA

Rieti -

Occasione unica per visitare le rovine dell'antica Cotilia, situata nel comune di Castel Sant'Angelo (RI), ed il Lago di Paterno, sacro alla Dea Vittoria, quella proposta fino al 3 settembre dal Comitato Difesa Acqua Pubblica Ato3 Rieti-Sabina romana con la manifestazione 'Acqua e beni comuni'. Un evento promosso per accendere i riflettori sul piu' grande bacino carsico d'Europa, le sorgenti del Peschiera che si trovano nei pressi del lago di Paterno e che erogano circa 600 milioni di metri cubi d'acqua all'anno negli acquedotti della capitale. Tanti i dibattiti previsti durante la manifestazione che prevede proiezioni di video sul lago, musica, possibilita' di ristorazione e campeggio od alloggio in agriturismo, e tante altre curiosita'. Un'edizione arricchita nei contenuti rispetto all'anno scorso che non tralascera' i legami vitali tra la tutela della risorsa acqua, e la difesa della biodiversita' e delle garanzie alimentari nell'ambito delle politiche agricole. Dibattito acceso quello che ci si attende per venerdi' 1 settembre (ore 17,00) dedicato a 'S.p.A.CEA: il Municipio quotato in Borsa. A tutela del cittadino o degli azionisti di maggioranza?' che verra' coordinato da Pablo De Paola del Comitato reatino difesa Acqua Pubblica Ato3 ed a cui hanno confermato la presenza l'assessore regionale all'Ambiente Filiberto Zaratti, il presidente dell'Acquedotto Pugliese e consigliere della Commissione Europea Riccardo Petrella, il presidente della Provincia di Rieti e dell'Upi, Fabio Melilli, il responsabile delle relazioni istituzionali Acea spa Giuseppe Sgaramella, la capogruppo Prc al Comune di Roma Adriana Spera, il capogruppo Prc al consiglio provinciale di Rieti Mario Pompei, Luciano D'Antonio del Tavolo toscano acqua e comitato lavoratori Publiacqua, Fulvio Vescia del coordinamento nazionale Rdb Energia-cub, e Luca Martinelli di Mani Tese che parlera' della campagna Acea in Honduras ed Armenia. ''Quello che tecnicamente e' un semplice trasferimento di risorsa legittimo - spiega Pablo De Paola - per gli azionisti di ACEA S.p.A., tra cui Suez e Caltagirone, e' un vero e proprio business da centinaia di milioni di euro. Da 70 anni invece per i territori reatini si tratta di un depauperamento ambientale senza alcun ritorno economico che gli permetta di programmare un piano di investimenti per risanare acquedotti, sistemi fognari e depuratori, di cui 4/5 fuori uso. Una questione legata ad altre speculazioni finanziarie sull acqua e sugli altri servizi di interesse pubblico ormai in atto a livello globale''. Una quattro giorni che punta anche ad affrontare, partendo da Rieti e coinvolgendo i movimenti di tutta Italia, la questione della proposta di legge per la gestione pubblica dell'acqua partendo dall analisi dei principi per la tutela della risorsa idrica e la sua gestione partecipata (sabato 2 settembre, ore 17,00). A concludere, la seconda Manifestazione alle Sorgenti del Peschiera in programma alle ore 11 di domenica 2 settembre e la possibilita' di compiere escursioni nei dintorni. Il paesaggio che circonda il lago di Paterno e' infatti estremamente piacevole e pittoresco: dal Belvedere del piccolo borgo di Paterno, situato alle pendici dell'omonimo monte, si puo' godere dello stupendo panorama della Valvelina e dei suoi tre laghetti formati da ricche e copiose acque naturali: il Pozzo di Mezzo, il Pozzo di Burino ed il Lago di Paterno. Sono da visitare nelle vicinanze i resti archeologici dell'antica Cotilia, con la villa risalente al I sec. d. C. e il paese di Cittaducale, di fondazione angioina. Info: Comitato Difesa Acqua Pubblica Ato3, 347/4807602.

 


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni