Salerno: lavoratori dei Consorzi Bacino in lotta, EcoAmbiente nel mirino dei sindacati. Sott'accusa l'affidamento a Obiettivo Lavoro della valutazione dei curriculum

Salerno -

I lavoratori dei Consorzi bacini Salerno 1/2/3/4 in lotta, dopo le iniziative dei gironi scorsi si è ottenuto un impegno formale al Presidente Cirielli sul diritto prioritario dei lavoratori dei consorzi a passare alla società provinciale Ecoambiente: impegno ad assumere gli interinali storici prima di nuove assunzioni. Stabilito un tavolo tecnico e commissione paritetica.

 


La società provinciale "EcoAmbiente" aveva affidato alla "Obiettivo Lavoro" - società di formazione, reclutamento e selezione del personale - la valutazione dei curriculum e la collocazione dei cinquemila dipendenti dei quattro consorzi di bacino della provincia di Salerno.

 


Resta aperta la denuncia nei confronti dei Consorzi in liquidazione per i continui ritardi nelle retribuzioni, il mancato, il versamento dei contributi previdenziali ed assistenziali risultanti mancanti per ciascun lavoratore e per il mancato pagamento delle società finanziarie che avevano concesso i prestiti agli stessi e che di fatto risultano essere cattivi pagatori. (le società finanziarie contrattualmente concedevano prestiti anche con garanzia sul TFR che di fatto non risulta essere accantonato).

 

La USB rilancia la lotta e l'organizzazione dei lavoratori di tutti i consorzi per dare forza alla vertenza comune per il lavoro, il salario e la dignità, per seguire e controllare un processo che deve tirare fuori la gestione dei rifiuti nella provincia di Salerno dal fango dell'eterna commistione politico-elettorale.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni