Rinnovo CNNL igiene ambientale, USB: si riaprono le danze e i lavoratori stanno fuori la porta

Nazionale -

Dopo mesi dalla presentazione, senza discussione sui posti di lavoro, della piattaforma "unitaria" di CGIL,
CISL, UIL EFIADEL per i rinnovo dei CCNL scaduti di Fise e Utilitaria, un "allegro" comunicato CGIL afirma
dei "soliti noti" informai lavoratori che:


 i firmatari dell'ultimo CCNL truffa hanno incontrato in forma ristretta tutte le Associazioni datoriali e hanno
ribadito l'obiettivo di arrivare al CCNL unico di settore, anche in considerazione che la parte economica è
assolutamenteallineabile in un'unicatabella di riferimento ….Allineamento al ribasso ovviamente!


 hanno convenuto - senza entrare nel merito dei singoli argomenti della piattaforma - che occorre veicolare
la "politica" con delle proposte condivise con i padroni e aprire immediatamente nei contenuti la trattativa
per il rinnovo del CCNL…..I lavoratori servono a veicolare la politicaper i loro interessi!


 le criticità concernenti la salute e la sicurezza degli operatori sono divenute gravi anche dal punto di vista
socialee, detto ciò, "i lavori si sono conclusi condividendo un percorsoche, fra riunioni ristrette e riunioni in
plenaria, possafar lavorare il tavolo del confronto inmaniera proficua"…..Proficua per chi?


 E infine comunicano l'avvio del percorso che porterà per la fine di quest'anno al voto per il rinnovo delle
RSUe dei RLSSAcome si trattassedi un "brindisi finale" sulla pelle e sul collodei lavoratori
Che dire! La solita inaccettabile solfa! Da anni allineano i due contratti e lo fanno al ribasso, mentre sulla
questione della sicurezza "ribadiscono le criticità" ma continuano ad aumentare carichi e orari di lavoro che sono la
causa principale dell'aumento criminale di incidenti e di morti ammazzatisul lavoro. D'altra parte non si vergognano
a usare i lavoratori per "veicolare la politica" al fine di sostenere i loro interessi condivisi. Sindacati e padroni che
siedono ai tavoli "ristretti" per discutere di strategie che aumentano gli utili alle grosse aziende del settore, di fondi
pensione, di riduzione delle libertà di sciopero e chiusura del pluralismo sindacale.
Piattaforme rivendicative che non recuperano quanto sottratto nel CCNL scaduto, che non vengono
discusse nei posti di lavoro, che chiamano in causa i lavoratori solo per agitare le piazze e rinnovare le
RSUcome se fosse laraccolta dei pomodori.
NOI DI USB NONSTAREMO A GUARDAREQUESTO ENNESIMOGIRODI VALZER!!!
Noi di USB saremo nei posti di lavoro e nelle piazze per dire con forza che la sicurezza, il salario, i diritti e
la dignità dei lavoratori non si evocano solo per barattarli con posti nei CdA e prebende sindacali.
i temi cruciali da affrontare nel settore e che devono qualificare il nuovo CCNL sono :


 Aumenti salariali certi contro l'obbligo di adesione ai fondi integrativi;
 Riduzione dell'orario di lavoro, riduzionedelle flessibilità, no alla domenicalavorativa;
 Revisione al rialzo dell'inquadramento professionale, no ai sottolivelli d'ingresso;
 Si alla produttività ridistribuita ai lavoratori, no al PdRche penalizza malattia e infortunio;
 Clausole sociali vere ed esigibili e CCNL unico di categoria contro il sistema degli appalti al ribasso;
 Ri-pubblicizzazione di tutto il settore d'IgieneAmbientale contro le infiltrazioni dellacriminalità
organizzata nellagestione dei rifiuti;
 Diritti sindacali allerappresentanze scelte liberamente dai lavoratori anche se non firmano contratti
non condivisi.
 Sicurezza vera, con DPI adeguati, mezzi efficienti, tempi di lavoro adeguati e riduzione dei carichi,
 No all'operatore unico con aumento di carichi e fattori di rischio.


Non lasciamoli fare! Facciamo sentirela vocedei lavoratori rivendichiamoi nostri diritti edignità

Unione Sindacale di Base

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni