RdB respinge la precettazione del Prefetto. I lavoratori sciopereranno egualmente il giorno 28/2/2006

Milano -

Lo sciopero dei lavoratori della Centrale di Turbigo proclamato per il giorno 28/2/2006 non può essere effettuato ancora una volta per effetto della precettazione dei lavoratori da parte del Prefetto di Milano.
A tale errata conclusione è giunto il Prefetto dopo l’infruttuoso incontro del 24/2/2006 nel quale EDIPOWER ha utilizzato argomenti pretestuosi e strumentali rese solo allo scopo di impedire l’esercizio del diritto di sciopero.
RdB rifiuta e respinge la precettazione dei lavoratori disposta dal Prefetto in quanto:

1) La Commissione di Garanzia aveva considerato legittimo lo sciopero indetto
2) Viene accolto il parere espresso da Terna (Ente gestore della Rete Elettrica) che dichiara incompatibile lo sciopero in riferimento al recente provvedimento del Ministro Scajola circa la crisi del Gas e i risparmi energetici senza considerare che la centrale funziona a Olio combustibile.
3) La produzione giornaliera della Centrale viene venduta anche a Gestori Esteri.

Perché RdB di Turbigo chiama a scioperare i lavoratori? Pur essendo l’organizzazione maggioritaria in termini elettorali nell’occasione delle elezioni RSU della Centrale, i propri delegati vengono esclusi dalla trattativa riguardante la riorganizzazione della centrale dai responsabili del Personale locali con il connubio di CGIL-CISL-UIL. Ciò nonostante le iniziative di lotta siano state approvate all’unanimità dai lavoratori della centrale riuniti in assemblea nei giorni scorsi.

IL DIRITTO DI SCIOPERO NON SI TOCCA!

Per Informazioni: Calabrese 368237986 - Gritta 3406728434

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni