Palermo: USB affianco ai lavoratori della GESIP

Palermo -

Nuova protesta dei lavoratori della Gesip, la societa' di servizi di igiene ambientale del Comune palermitano, ha paralizzato la citta'. Circa 200 persone hanno sfilato per le strade del centro cittadino per arrivare in Prefettura e a Palazzo delle Aquile, sede del Consiglio comunale. I manifestanti, che chiedono garanzie sul loro futuro e il pagamento degli stipendi arretrati, hanno bloccato il traffico per diverse ore creando notevoli disagi agli automobilisti. Gia' ieri la citta' era stata messa a soqquadro dagli operai.


I lavoratori da via Cavour dove si trova la Prefettura si sono diretti a Palazzo delle Aquile sede del Municipio. Ieri la protesta era stata più violenta: cassonetti dell’immondizia rovesciati in strada, l'occupazione del Consiglio comunale e a chiusura un sit-in sotto casa del sindaco, Diego Cammarata


Gli operai lamentano «il mancato rispetto delle promesse da parte dell’amministrazione comunale». La società di manutenzioni, a intero capitale pubblico, da tempo è in crisi economica. I lavoratori chiedono certezze per il loro futuro e il pagamento degli stipendi arretrati.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni