IGIENE AMBIENTALE - FEDERAMBIENTE. FINITA LA FARSA DEL CONTRATTO FANTASMA, RESTA LA FIRMA DI UN CONTRATTO A PERDERE

In allegato il comunicato

Nazionale -

Il 30 giugno CGIL-CISL-UIL-FIADEL hanno firmato con FEDERAMBIENTE il nuovo accordo di rinnovo del CCNL di settore.


Si è conclusa così la farsa che ha visto l’arroganza della FEDERAMBIENTE dominare incontrastata nello stabilire tempi, modalità e modifiche dell’ACCORDO di rinnovo: basti notare che, dalla rottura del 5 aprile alla nuova firma del 30 giugno, sono passati 3 mesi, senza una sola vera mobilitazione o sciopero, e come molti già prevedevano con la revoca dello sciopero indetto per il 4 luglio.


L’unico sciopero di risposta alla FEDERAMBIENTE è stato il nostro del 20 giugno, che giustamente ha avuto una larga adesione dei lavoratori nelle aziende in cui siamo già presenti ma anche l’adesione di lavoratori, in altre aziende del settore, stufi della gestione contrattuale delle segreterie nazionali di CGIL-CISL-UIL-FIADEL.

QUESTO TIRA E MOLLA, SU FIRMA DELL’ACCORDO E RI-FIRMA DELL’ACCORDO, SARA’ L’ARGOMENTO PIU’ UTILIZZATO PER CONVINCERE I LAVORATORI CHE L’ACCORDO RAGGIUNTO E’ IL MIGLIOR ACCORDO POSSIBILE
ED IN PIU’, LA SCADENZA PREVISTA PER LA CHIUSURA DELLE CONSULTAZIONI E’ IL 24 LUGLIO.



Cosa prevede l’accordo del 30 giugno? Vediamo alcuni punti:


ESTERNALIZZAZIONI: allungamento dell’entrata in vigore dell’obbligo per le ditte in appalto di applicare il CCNL di settore, che prima era prevista al marzo 2009 e oggi si allunga al maggio 2010. In questo accordo è ricompresa la clausola (allegato 7) che permette di annullare il diritto alla conservazione del CCNL FEDERAMBIENTE in caso di esternalizzazione se le condizioni di mercato e della concorrenza lo “esigono”. Inoltre i dipendenti esternalizzati (sempre se la clausola regge) hanno diritto solo applicazione del contratto nazionale e non degli integrativi e/o elementi retributivi individuali acquisiti.


DIFFERENZIALE: 2 euro di differenza economica tra la paga Federambiente e Fise, è destinata per 1 euro ad un fondo nazionale per la sicurezza sul lavoro nel settore, e per 1 euro alla cifra fissa per il recupero delle giornate di ferie tagliate con l’ultimo accordo (51,33).


QUADRI: si raggiunge un compromesso riconoscendo il parametro 230 e l'indennità di funzione viene in parte riassorbita (dal 1 maggio 2008 quota mensile di 120 euro, e dal 1 novembre 2010 a euro 135).


Nei prossimi mesi si aprirà la trattativa per la definitiva scomparsa del CCNL FEDERAMBIENTE   per arrivare a marce forzate ad un CCNL unico di settore, equiparato fondamentalmente al CCNL FISE.

 

contro la svendita dei diritti acquisiti dei lavoratori
contro le esternalizzazione e privatizzazione dei servizi

E’ NECESSARIO OPPORSI A QUESTA SVENDITA
PORTATA AVANTI DAI SINDACATI COLLABORATIVI E DALLE IMPRESE
E’ NECESSARIO ABBANDONARE I SINDACATI
CHE NON FANNO PIU’ GLI INTERESSI DEI LAVORATORI
ORGANIZZA LE LOTTE CON LA RdB/CUB

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni