Dopo parentopoli... anche il premio di risultato!

Roma -

In questi giorni su il messaggero è apparsa la notizia che in Ama sono stati elargiti a i dirigenti Ama(12) 30.000 €, e a 20 quadri 15.000 €, come premio di risultato relativo all’anno 2009. L’azienda in un comunicato apparso sul il Messaggero di oggi sostiene che questo incentivo è stato elargito  a tutti i dipendenti.  Come abbiamo già scritto nei mesi scorsi questo incentivo è stato uno strumento per dividere i lavoratori tra buoni e cattivi, e non è stato dato a tutti i lavoratori ma solo in base alle”valutazioni” espresse dai vari dirigenti e comunque il premio elargito ai lavoratori andava a “ discrezione” per i lavoratori da un minimo di 100 fino a un massimo di 1.000 €. Ai dirigenti viene dato in maniera egualitaria e 30 volte il massimo di un operaio. Poi non si capisce in base a quali meriti a questi dirigenti viene elargito questo premio visto sia il disastro economico( esposizione verso le banche per 600 milioni di euro) sia dal punto di vista del servizio che vede il fallimento del nuovo modello di servizio dove a fronte di un centro tirato a lucido interi quartieri della città sono in preda al degrado. E lo stello nuovo modello di raccolta differenziata( raccolta duale) è un vero disastro. Questi soldi dati a questi signori sarebbero meglio utilizzati se spesi per acquistare nuovi mezzi da utilizzare nelle periferie e assumere lavoratori a tempo indeterminato.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni